martedì 18 novembre 2014

FAQs pannolini lavabili


Hola amici del web!
Date le innumerevoli mail che mi continuano ad arrivare in merito ai pannolini lavabili, ho deciso di scrivere anche qui sul blog (credetemi: non immaginavo che l'argomento potesse suscitare così tanto interesse!!!).


Spero di poter chiarire le idee agli indecisi, oppure convertire qualche scettico.. beh, insomma.. io li sto usando da 8 mesi, ormai, su mio figlio e se dovessi tornare indietro li prenderei anche per la prima bimba!



Inizio col dirvi che ho provato entrambe le soluzioni: pannolini usa e getta con la prima figlia e i lavabili con quest'ultimo bimbo.
La prima, sostanziale, differenza è l'aspetto economico che al giorno d'oggi viene valutato molto, nonché il rispetto per l'ambiente. Nel primo caso, avendo tenuto il pannolino per 2 anni e 2 mesi, sono andata a spendere circa 1.300 €, senza contare il bidone della spazzatura perennemente pieno e l'utilizzo di creme allo zinco per gli arrossamenti al culetto frequenti. Rifiuti per l'ambiente? Tanti! Con l'utilizzo dei pannolini lavabili, invece, ho avuto una spesa iniziale di 150 € (ho avuto fortuna a trovare una super offerta in rete!) ed ora il mio unico impegno è quello di fare 1 lavatrice di pannolini ogni 2/3 giorni.
Ma voglio approfondire questo aspetto, che molti possono criticare: non pensate di spendere chissà quanto... vorrei mostrarvi la mia bolletta per farvi vedere che non è cambiato nulla!

Le domande che mi pongono più frequentemente sono queste:
   "eh, ma di detersivo? ne vogliamo parlare?"
Bene, parliamo del lavaggio, allora: sto ancora usando il flacone da 2 litri di detersivo ecologico che ho acquistato 8 mesi fa (11€). Ne basta 1 cucchiaino nella vaschetta della lavatrice, unitamente ad 1 cucchiaino di percarbonato (1kg costa circa 3-4 €).
   "Ma la puzza? Quando cambi i pannolini dove li metti?"
I pannolini usa e getta hanno quell'inconfondibile puzza da petrolio, anche dopo una semplice pipì, infatti ricordo che mi accorgevo dei "bisognini" fatti proprio per quell'odore particolare che emanava il pannolino, oltre al fatto che si gonfiava il gel interno. Con i pannolini lavabili non ci si accorge quando il bimbo "evacua", ehehe. Ma tralasciando questo aspetto mi voglio soffermare su come conservo i pannolini in attesa del lavaggio: utilizzo una wet-bag (15-19 €), ovvero una sacca in cui inserisco i pannolini unitamente ad una cucchiaiata di bicarbonato di sodio (che leva gli odori) e 2 gocce di olio di tea-tree o lavanda (dal potere antisettico ed igienizzante). Lì rimangono solitamente per 48 ore, dopo di che li lavo. Certo, i primi 2 mesi facevo molte più lavatrici perché il bimbo veniva cambiato di continuo e ne sfruttavo di più.
   "Come li lavi?"
Come detto prima metto 1 cucchiaino di detersivo ecologico e 1 cucchiaino di percarbonato (sbiancante naturale) nella vaschetta della lavatrice ed imposto il lavaggio a 50/60gradi. Giri della centrifuga massimo 800. Alcuni inserti potrebbero uscire macchiati, allora l'unico rimedio naturale ed efficace è esporli alla luce diretta del sole! Sembra incredibile ma le macchie spariscono letteralmente. Abbiamo una fonte naturale ed enorme come il sole e non sappiamo nemmeno valorizzarla, ehehe, e quante altre cose fa il Sole! :-)
   "Sono ingombranti? Come si usano?"
Ci sono tante varietà di pannolini, io ho scelto il modello pocket, ovvero è come un pannolino tradizionale formato da 2 tessuti cuciti insieme (solitamente l'esterno è in un materiale tecnico, traspirante ma impermeabile, chiamato PUL) con una tasca nella quale inserire uno o due inserti, a seconda del grado di assorbimento che si desidera ottenere; io, ad esempio, ho iniziato ad utilizzare il doppio inserto a 5 mesi. I pannolini si chiudono mediante bottoncini, oppure chiusura a velcro, come un pannolino tradizionale usa e getta. Non è affatto complicato il suo utilizzo. Esistono, però, in commercio anche altre tipologie di pannolini lavabili: con inserti staccabili, oppure tipo ciripà... c'è da sbizzarrirsi. Io ho scelto il modello pocket per la sua praticità. E' vero, il culetto del neonato può sembrare più gonfio rispetto al normale, ma a lui non dà fastidio, anzi: il fatto che sia largo mantiene una corretta postura delle anche ed una buona crescita. Non ricordo dove l'ho letto, ma una mamma postò un articolo interessantissimo in merito alla postura dei neonati e al fatto dell'inarcamento del femore.

Vedi video (http://www.youtube.com/watch?v=38uZTcHKrtE )




   "Ci sono fuoriuscite?"
Molti lamentano il fatto che il pannolino lavabile "perda".. in realtà è tutta questione di come lo si lava! E' successo anche a me: una volta ho messo troppo detersivo e questo ha creato una ceratura al pannolino impedendone l'assorbenza. L'unica cosa da fare SEMPRE è quella di usare meno detersivo possibile (ripeto: basta 1 cucchiaino!!!) e sciacquare bene. Poi c'è da valutare, come accennavo prima, gli inserti: se il bimbo è grandicello ovviamente le pipì che fa sono copiose, perciò meglio utilizzare 2 inserti in microfibra. Per la notte non ho mai avuto problemi, tra l'altro ho acquistato anche una mutandina in PUL da mettere sopra al pannolino per salvare eventuali fuoriuscite, ma non è mai servita granché.
   "E con la pupù come fai? Se sei in giro dove la butti?"
I neonati hanno due fasi: pupù liquida (durante l'allattamento esclusivo) e pupù solida (quando iniziano a mangiare qualcosa di diverso dal latte). Per le feci liquide consiglio vivamente la veletta biodegradabile (200pz li ho pagati circa 3,50€) in modo che quando si cambia il pannolino si toglie la veletta e la si può buttare nel wc. Con la pupù più solida io uso comunque le velette, ma anche se non le metto la cacca si stacca letteralmente dal pannolino in maniera semplice (dato che il materiale interno è in micropile). Mi è capitato di trovarmi in giro a cambiare il pannolino: ero al parco. Ho semplicemente chiuso il pannolino dentro ad un sacchettino profumato (uno di quelli che usavo anche con gli usa e getta per portarli in borsa) e una volta tornata a casa l'ho pulito. E' più facile a farsi che a dirsi. Inizialmente ero spaventata anch'io all'idea di trovarmi pannolini imbrattati, ma non è una cosa impossibile.
   "Il micropile all'interno del pannolino non fa caldo d'estate?"
Provato e testato: il culetto rimane sempre completamente asciutto! Anche nel pieno caldo estivo. Voglio ricordare che per sconfiggere il caldo, nel deserto, ci si copre, e non il contrario. La lana, ad esempio, mantiene la temperatura corporea, non riscalda. Ci sono diverse opzioni per i materiali del pannolino: io ho scelto l'interno in micropile per la sua facilità nel lavaggio e nell'asciugatura, oltre che per la difficoltà nel creare eventuali muffe. Gli inserti interni sono in microfibra, a più strati molto assorbenti. Ma volendo esistono interni in bamboo o in cotone, unica pecca che faticano ad asciugare velocemente, di conseguenza il bimbo necessita di essere cambiato più spesso per non rimanere bagnato. Comunque sia il PUL, materiale esterno del pannolino, lascia traspirare la pelle e non fa fuoriuscire i liquidi, cosa molto importante soprattutto per mantenere una temperatura non troppo elevata vicino ai genitali; a maggior ragione nel maschietto è importante, per scongiurare problemi di sterilità.
   "Ma io lavoro tutto il giorno, non ho tempo da perdere coi pannolini!"
Beh, ho intervistato una ragazza che nonostante lavorasse, e portava la bimba al nido, ha usato i lavabili. Non si tratta altro che accendere la lavatrice e stendere il bucato. Si perde solo il tempo per queste due operazioni. Fate finta che sia il tempo che perdete per andare a comprare i pannolini usa e getta e per buttare la spazzatura... ehehe. Poi, ripeto sempre, è una questione di ordine di idee.
(vedi qui la puntata di "MammaStyle" dedicata all'ecologia http://www.youtube.com/watch?v=yiUio1tR_NU )




   "Quanti pannolini servono?"
Inizialmente un bimbo viene cambiato 10/12 volte al giorno, nei mesi successivi si arriva a 5/7 cambi al dì. Io ne ho acquistati 28 per la praticità di averne sempre disponibili, ma anche con 21 si va bene (infatti io ne ho di fermi nella borsa da viaggio, ma volendo potrei utilizzarli, eheh).
La spesa che fate, ad ogni modo, viene tamponata nel giro di un mese circa.
   "E se vado in vacanza? Non sempre ho la possibilità di lavare i pannolini"
Questa domanda me la sono posta anch'io e, se dovessi andare da qualche parte dove non ho possibilità di lavare i pannolini (che comunque, volendo, si possono lavare a mano!!!), opterei per gli usa e getta biodegradabili.

Queste sono le tipiche domande che mi ponete. Spero di essere stata esauriente, nel caso guardatevi anche i video in cui mostro l'esempio pratico di un cambio.
Ripeto: sono comunque scelte, io ho optato per questi per tutta una serie di motivi.
Se avete ulteriori dubbi non esitate a contattarmi.
Mille besitos a tutti e a presto!

25 commenti:

  1. Ciao Lady! Grazie per questo approfondimento. Avevo già deciso per i pannolini lavabili dopo aver visto il tuo video in proposito ma le notizie non sono mai abbastanza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ti credo! Io ho cercato ovunque, un sacco di informazioni e conferme da parte di persone che già li usavano. Posso capire quanto, lì per lì, sia complicato tutto il meccanismo, ma una volta entrati ci si innamora di questi gioielli 😁

      Elimina
  2. Ciao Marika, volevo chiederti se si riesce ad utilizzare questo modello di pannolini anche nei primissimi giorni dopo la nascita...spero di poterli utilizzare già dal rientro a casa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Io ho usato il pannolino lavabile non appena si è staccato il moncone ombelicale (quindi al 9° giorno). Tommaso pesava poco più di 3kg e il pannolino stava benissimo. Ovvio, aveva un solo inserto e lo accomodavo ben bene, ma teneva alla perfezione. :-)

      Elimina
  3. Ciao Marika! Utilissimo e interessante!IInfo a 360°! Avevo fatto un pensierino sull'utilizzo di questi pannolini per il mio Romeo ma dopo attenta analisi sono giunta a questa conclusione : purtroppo non fanno per me :-( vivo in Germania e asciugare un bucato d'inverno è un'impresa! Può uscire il sole per mezz'ora e poi giù la pioggia! Ormai ho fatto l'abitudine. Per quanto riguarda il discorso economico sono fortunata: qui i prezzi di articoli per l'infanzia sono mooolto contenuti! Vivendo in Italia non avrei pensato due volte a scegliere i pannolini lavabili!
    Mille Besitos!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti posso consolare io d'inverno non stendo fuori il bucato ma lo asciugo in una stanza con il deumidificatore. Certo, è vero: ho la fortuna di avere un luogo dove stendere i panni in qualsiasi situazione. Cosa importante, comunque, MAI USARE L'ASCIUGATRICE coi pannolini lavabili in tessuto tecnico. Besitos

      Elimina
    2. Eh l'avevo pensato che l'asciugatrice era da ritenersi assolutamente OUT. Mi ricordo che nel video dici che gli inserti possono essere asciugati sul termosifone ma non i pannolini, proprio per la particolarità del materiale.

      Elimina
  4. Ciao Marika sono interessata a questi pannolini ma non riesco a trovare quelli della babyland qualcuno mi può aiutare? ?

    RispondiElimina
  5. Ciao Marika! Innanzitutto complimentissimi, sia per i tuoi video e consigli sia per i tuoi splendidi bimbi ^__^ ...
    Ti seguo ormai da un bel po' e ho sempre tratto suggerimenti utili, anche per il mio lavoro di educatrice d'infanzia!

    Il mio Gabriele ha appena compiuto due mesi e ho comprato dei pannolini lavabili praticamente identici a quelli che usi tu; ho notato però anch'io frequenti perdite di pipì, e pensavo -come una ragazza che ti ha commentato sotto al relativo video- che fosse dovuto al fatto che il pupetto fosse ancora minuto! Tu però li hai usati con Tommy fin dai primi giorni...
    ... mi chiedo dunque se possa trattarsi di ceratura, come hai detto: quindi sarebbe un problema dovuto al lavaggio? Ma è un danno definitivo o può risolversi al lavaggio successivo? Io normalmente lavo i pannolini insieme al bucato normale: magari allora il detersivo è troppo... ho notato sicuramente che ho rovinato due o tre pannolini che hanno proprio il tessuto ingrigito, ma quella può essere stata una perdita di colore da qualche altro capo; come si riconosce invece questa famosa ceratura? C'è solo minore assorbenza o si vede anche ad occhio?

    Grazie mille per le precisazioni, e complimenti ancora!
    mamma Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!!!
      Sì, probabilmente è il detersivo che impedisce il buon assorbimento dei pannolini. Ma è rimediabile la cosa: basta che fai 2 o 3 lavaggi di SOLA ACQUA ai pannolini e dovrebbero pian piano sistemarsi e tornare assorbenti.
      Io uso davvero pochissimo detersivo (1 cucchiaino), unitamente a percarbonato e olio essenziale di tea-tree che funge da antibatterico ed igienizzante. Mi trovo bene.
      Ho usato fin da subito i pannolini lavabili (dal decimo giorno) e tutt'oggi, quasi 11 mesi, vanno alla grande (ovviamente con apertura massima e due inserti).
      NON USATE MAI AMMORBIDENTI Né CANDEGGINA, potresti danneggiare i pannolini.
      Mille besitos, Mary

      Elimina
  6. Ciao Marika, ho letto che i pannolini non si possono asciugare in asciugatrice... neanche se fa le asciugature sintetiche o a brevissimo tempo, ad esempio cominciando da 10 minuti? Ti ringrazio tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima! Guarda, gli inserti sì, li puoi mettere in asciugatrice, mentre per i pannolini è sconsigliato perchè il PUL è un materiale tecnico particolare e, a lungo andare, potrebbe danneggiarsi. Ad ogni modo, credimi, i pannolini escono dalla lavatrice quasi asciutti, e con un paio d'ore li hai asciugati :-*
      Besitos e a presto

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Ciao Lady! Anzitutto grazie per i tuoi video, sono al 4 mese di gravidanza e mi sono rivista centinaia di volte quelli sui pannolini lavabili e sono in procinto di comprarli! Sei stata utilissima e continuerò a seguirti, visti i miei insormontabili dubbi.
    Avrei però altre domande da farti:
    1.Lavando gli inserti (che sono bianchi) insieme ad altri capi colorati, non rischio di far diventare colorati pure quelli? Pensi che, nel caso, possa lavarli insieme ai capi bianchi?
    2. Alcuni siti descrivono i pannolini con il materiale esterno in PUL, altri in Polyestere, è la stessa cosa?
    3. Mia suocera utilizza il sapone all'olio di oliva, fatto in casa da lei, con la soda. Pensi che sia sconsigliato come quello di Marsiglia?

    Grazie per il tuo aiuto.

    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giulia! allora: gli inserti sono tipo asciugamani, però in microfibra, quindi puoi lavarli anche con altri capi tranquillamente, ma potrebbero assorbile colore se hai qualcosa che stinge. Mentre i pannolini non perdono colore assolutamente. Il PUL è un materiale di poliestere ma è tecnico, cioè lavorato: ha una struttura che fa entrare aria e trattiene i liquidi.. una sorta di scarpa geox, per intenderci. Per il detersivo all'olio d'oliva e soda non ti saprei dire: io ultimamente uso solo bicarbonato, percarbonato e olio essenziale.. addirittura non metto più detersivo.. escono puliti e inodore. Ciaaaooo

      Elimina
  9. Ciao Lady!
    Molto interessante il tuo blog.
    Potresti consigliarmi i siti più conveniente per comprare questi pannolini? su Amazon c'è un mondo di pannolini lavabili... tu quale marchio hai usato?

    RispondiElimina
  10. Ciaaooo! Io ho acquistato i BabyLand e devo dire che, dopo un anno di utilizzo costante, sono ancora integri. un utente mi ha segnalato che ci sono su www.quicklyshop.it Prova a vedere. :-*

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Ciao Lady, i pannolini baby city che ho comprato, sono esternamente in poliestere (a quanto pare, non laminato). Se li rovescio, dentro hanno come una pellicola trasparente che è staccata dal pannolino, come una sottilissima bustina di nylon... a me sembra che non siano il massimo della traspirabilità! Anche i tuoi babyland hanno la stessa cosa? Mi sa che ho comprato dei pannolinacci.... :( Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara! A me solo i gialli erano così, gli altri sono tutti ben fatti.. ad ogni modo tengono ugualmente.. non saprei dirti. provali e poi vedi :-(

      Elimina
    2. ciao Stefania, volevo chiederti alla fine come i sei trovata con i Baby city. Vorrei comprarli. grazie

      Elimina
    3. Ciao carissima! Io ho acquistato i BabyLand, e mi sto trovando bene tutt'ora, a 16 mesi di distanza e lavaggi su lavaggi! :-)

      Elimina
  13. Cara Lady, sto per acquistare i PL come i tuoi( almeno credo) su ebay! La
    Mia bimba ha 10 mesi... Mi chiedevo se intanto venti potrebbero bastare... E e se l assorbenza funziona per più di una pipì! Nel senso che io cambio oramai 4/5 volte e tra un cambio e l altro sicuramente ne fa più di una! Col doppio inserto vado più sul sicuro!??grazie

    RispondiElimina
  14. ciao lady, sono al settimo mese di gravidanza e aspetto due gemellini.. tu che quantità mi consiglieresti? io pensavo di acquistarne 20, ma a quanto smbra non bastano per entrambi.. tu cosa mi consigli? non vorrei spendere molto perchè le spese con due cuccioli sono gia elevati.

    RispondiElimina